Aggiornamenti di WordPress: perché è importante farli?

La manutenzione di un sito WordPress: aggiornamenti WordPress, Plugin e PHP

L’assistenza e manutenzione di un sito WordPress è fondamentale. Svolgere gli aggiornamenti di WordPress è molto importante per avere risultati ottimali sia nella creazione ma soprattutto nel mantenimento del proprio sito web. 

Gli aggiornamenti sono tanti e se ne aggiungono sempre di nuovi. Se si presta attenzione alla propria dashboard si può notare che ogni volta che ce n’è uno disponibile compare una notifica che lo segnala. 

Ad ogni aggiornamento vengono:

  • corretti i bug (errori): WordPress è un ottimo strumento ma come in tutte le cose anche qui si possono celare degli errori, spesso legati alla sicurezza e alla compatibilità. Per questo ci sono sviluppatori che lavorano continuamente alla risoluzione dei problemi per migliorarlo;
  • aggiunte nuove funzionalità, soprattutto per la User Experience;
  • migliorate le performance;
  • aumentate la protezione e la sicurezza: WordPress è sempre più utilizzato e questo attira i criminali del web che per un motivo o per l’altro vogliono causare un danno ad un determinato sito web, ente, etc. rubando, per esempio, le informazioni sensibili degli utenti registrati.

Non aggiornare il sito significa perdere dati, sicurezza e tutte le nuove caratteristiche. È da evitare perché recuperare quanto perso potrebbe essere molto difficoltoso oltreché costoso. Quindi non conviene né per le proprie tasche né perché si rischia di perdere tutto il lavoro svolto fino a quel momento.

Aggiornamenti plugin 

I Plugin sono programmi che aggiungono delle funzionalità ad altri programmi. In parole semplici si potrebbe dire che sono di supporto e servono per migliorare il software da cui dipendono, in questo caso WordPress.

Per sapere se è arrivato il momento di aggiornare qualche plugin basta controllare se nella “Bacheca” di WordPress alla voce “Plugin” c’è qualcosa di segnalato. 

Attenzione però, prima di procedere con i plugin è bene fare un backup e assicurarsi di poter aggiornare tutti i plugin e i temi WordPress. Il mancato aggiornamento di uno di questi potrebbe compromettere il sito e la sua visibilità.

Per procedere all’aggiornamento basta entrare nella pagina “Plugin” e selezionare quelli che si intende aggiornare. Una volta segnati, basta andare a cliccare “Aggiorna” all’interno delle “Azioni di gruppo” e infine premere “Applica”.

Attenzione a non chiudere e/o aggiornare la pagina mentre ci sono gli aggiornamenti in corso.

Aggiornamenti versione PHP

PHP o Hypertext Preprocessor è un linguaggio di programmazione in cui sono scritti diversi CMS tra cui anche il nostro WordPress.

Ogni volta che esce una nuova versione, quelle più vecchie diventano obsolete e di conseguenza non aggiornarle mina la sicurezza e la compatibilità del CMS.

La prima cosa da fare prima di aggiornare il PHP e controllare che la versione di WordPress in uso sia compatibile con quella di PHP che si sta per installare. Per farlo basta andare sul proprio sito, aprire la “Bacheca” all’interno del pannello di amministrazione e controllare alla voce “In sintesi”.

Per verificare la versione di PHP in uso basta andare su “Strumenti”, cliccare “Salute del sito” andare alla voce “Informazioni” e aprire il tab “Server”.

Un’altra cosa da accertare e la compatibilità dei plugin installati su WordPress con la versione di PHP che si vuole installare. Si può fare questo controllo utilizzando un plugin: PHP Compatibility Checker.

Una volta installato il plugin si deve andare nella “Bacheca”, cliccare “Strumenti” e selezionare “PHP Compatibility”. Dovrebbero comparire le varie versioni installate, si deve selezionare quella da controllare. Dopo bisogna spuntare la voce “Scansiona tutti i plugin e i temi” e infine si preme “Scansiona il sito”.

Si possono avere tre risultati:

  • Compatibile (è compatibile);
  • Attenzione (c’è qualcosa che non va);
  • Errore (non c’è compatibilità).

Una volta raccolte tutte le informazioni utili si può procedere all’aggiornamento della versione di PHP. Si può fare attraverso il file htaccess. ma è bene non proseguire da soli e affidarsi ad un esperto.

L’aggiornamento del PHP rende il sito web più sicuro, stabile e veloce.

Ogni quanto conviene fare gli aggiornamenti? Si possono fare in autonomia o è meglio rivolgersi ad uno specialista? 

Finora abbiamo parlato di come mantenere WordPress sempre aggiornato, ma ogni quanto bisogna fare gli aggiornamenti? Innanzitutto, dipende da quanti plugin e temi sono installati e poi vanno fatti quando sono disponibili anche in base alle proprie esigenze e soprattutto senza avere fretta ma tenendo bene a mente che sono sempre utili. In ogni caso è opportuno chiedere sempre consiglio all’esperto che vi ha seguiti per la creazione del sito. 

Cavarsela da soli è possibile ma è assolutamente sconsigliato in quanto da “non esperti” si potrebbe incappare in problemi che poi non si è in grado di risolvere. La scelta migliore è quella di affidarsi ad uno specialista del settore perché sa dove “mettere le mani”.

Dopo aver parlato a lungo degli aggiornamenti di WordPress e annessi è importante sottolineare che prima di procedere è necessario effettuare sempre il backup del sito per evitare che in seguito ad eventuali errori si perda il lavoro. Questo è uno dei motivi per cui è fondamentale rivolgersi ad un esperto prima di procedere.

Farsi assistere da un professionista è sicuramente un costo ma con benefici perché qualunque problema si presenti verrà risolto nel minor tempo possibile e in maniera definitiva. Maggiore sarà il costo, ottimo sarà il risultato.

Per richiedere una Consulenza o un Preventivo

Per dubbi o approfondimenti contattatemi senza impegno

Richiesta Preventivo