Quando parliamo di SEO, SEM, indicizzazione, sono i mezzi che stanno ad indicare il posizionamento di un sui motori di ricerca…
Tante parole e termini tecnici e spesso tanta confusione. Certo è che in Italia, la strada è ancora lunga, anche se qualche segnale cominciamo ad intravederlo.

Rimane però talvolta un’ignoranza (nel senso buono) di fondo: quante volte mi è stato infatti chiesto: “beh ora che il sito è pronto potreste far sì che appaia al primo posto su google”.

Bene vi dico una cosa: spesso l’attività di posizionamento è molto più laboriosa e costosa del realizzare il sito stesso…

Però un buon punto di partenza relativamente “economico” c’è… ed è quello del posizionamento “naturale” del sito stesso; parliamo di posizionamento naturale perché google inserisce il nostro sito senza farci pagare, ma solo perché nelle sue analisi lo ritiene pertinente ed un buon risultato per chi cerca questo argomento.

I siti con indicizzazione naturale sono quelli che non sono evidenziati da google e sono sotto di solito ai primi 3 (con sfondo giallino). Quelli a lato, sono altri annunci a pagamento, quindi non aspettiamoci di vedere il nostro sito in quelle posizioni se non paghiamo un tot per ogni click del visitatore (ppc, pay per clic).

Un posizionamento naturale si ottiene in PRIMIS “progettando” il sito in un certo modo seguendo dei criteri ben definiti e usando una serie di accorgimenti tecnici al fine di ottenere un risultato già più che soddisfacente.

Oltre a questo il gestore del sito se vorrà potrà fare un buon lavoro di promozione marketing del proprio sito, sui Social Network,  per aumentare il numero di back link verso un proprio sito.

Dunque possiamo affermare che:” l’attività SEO è fortemente correlata alle attività di WEB MARKETING o meglio conosciute come SEM. 

In pratica l’alta visibilità di un sito internet si ottiene con un grande impegno su più fronti.

Parlare di posizionamento naturale significa parlare di

 

  • Scelta di un dominio che riconduca al nostro business.
  • Contenuti fatti bene, mirati a delle parole chiave pertinenti all’attività che rappresentano.
  • Immagini pertinenti all’argomento trattato.
  • Struttura tecnica specificaInterazione continua del sito web con i social.
  • Integrazione con campagne marketing a pagamento.

In genere prediligo sfruttare al massimo le tecniche d’indicizzazione per posizionare un’attività, solo in un secondo tempo se il risultato naturale non soddisfa valuto e propongo le campagne promozionali a pagamento.

PS: A chi interessasse quest’argomento, consiglio di leggere anche l’articolo precedente a questo. “Seo e WordPress”

Segiumi anche su Google+